Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

Acquario di Valencia: Oceanografico

Chiamiamo da secoli il nostro pianeta: Terra, Se ci fermiamo un attimo a pensare è ricoperto per più del 70% d’acqua, ed è quasi tutto mare. Escludendo le poche persone che lavorano e vivono in mare, tutti gli altri lo ignorano e vedono il mare solo quando vanno alla spiaggia a prendere il sole. Facciamo una prova? Che tipo di animali vivono nel mare?

Hai risposto: I pesci? Allora sei proprio un tipo da spiaggia e ti consiglio ti leggere questo articolo e di visitare al più presto l’Oceanografic, dove sicuramente ci sono moltissimi pesci, ma anche rettili, uccelli, mammiferi …….. Pensandoci un momento e ricordando qualche lezione di scienze, un documentario o un cartone animato sicuramente qualcuno ti verrà in mente. Un rettile: la tartaruga marina. Un uccello: il pinguino. Un mammifero: il delfino. Ma la varietà di animali che vivono nei diversi habitat marini è molto più grande e grazie ai diversi acquari che trovi dell’Oceanografic potrai sommergerti in un mondo meraviglioso che distrattamente, e facendo finta che non esista, stiamo distruggendo. Per raccontarvi ciò che ho imparato sull’Oceanografic lavorando come docente d’italiano di un buon numero di lavoratori, visitandolo durante vari anni e partecipando a numerose conferenze della Fondazione Oceanografico, avrei forse bisogno di un libro. Cercherò invece solo di stimolare solo la vostra curiosità e magari un’altra volta darò più dettagli se questo articolo non avrà saziato la curiosità di molti.

Descrizione del Parco Oceanografico

Per prima cosa non si tratta di un museo. L’Oceanografico è il parco marino più grande di Europa. Si trova nel complesso della Città delle Arti e delle Scienze di Valencia, nell’antico letto del fiume Turia, a poca distanza della sua foce nel Mar Mediterrano. Tra tutti gli acquari, piscine, laghi artificiali e tubature il contenuto totale è di 46 milioni di litri d’acqua, presa quasi tutta dal Mar Mediterraneo, attraverso delle pompe e filtrata prima di essere usata per ospitare gli animali. L’acqua per i pesci non ha cloro, ma la maggior parte d’acqua è per i mammiferi. Le sole piscine del Delfinario hanno circa 26 milioni di litri d’acqua. Una parte dell'acqua è invece acqua dolce. Appena passati i cancelli di controllo di accesso ci troviamo difronte a un bellissimo edificio di vetro con scritto OCEANOGRAFIC. La visita comincia lí. Uscendo dal MEDITERRANEO troviamo la voliera, dove ci sono due tipi di zone umide, cioè zone di acqua salmastra, una mediterranea e l’atra tropicale. Ospiti eccezionali uccelli molto colorati.

Continuando e scendendo troviamo le zone TEMPERATE E TROPICALI dove incontretai Nemo, molti Nemo. Veramente interessanti, ma il pezzo forte viene con gli OCEANI e con il tunnel sotto gli squali soprattuto del tipo Grigio e Toro. Nella parte esterna, quindi sopra gli acquari degli OCEANI troviamo il ristorante OCEANOS sullo stile nei miei ricordi di un ristorante sulla costa dell’Atlantico Passando agli estremi della Terra troviamo una grande cupola bianca. Collegati da un tunnel troviamo l’ARTICO e l’ANTARTICO. Appena salutati i pinguini e la beluga troviamo il DELFINARIO, dove assitere se vogliamo allo spettacolo dei DELFINI. Ma non è finita qui. Se scendiamo le scale ci troviamo nell’auditorium MAR ROSSO, dove come sfondo dello palcoscenico c’è un acquario gigante con i pesci del Mar Rosso e dove si proiettano film e documentari 4D Lí vicino una gelateria e LE ISOLE, dove possiamo ammirare una famiglia di leoni marini della Patagonia Come ho detto al centro del Parco Oceanografico c’è una grande lago artificiale, con anatre, cormorani, cigni e fenicotteri rosa. Le sorprese non finiscono mai. Al centro del lago un’altra meravigliosa costruzione a forma di fiore, bianca e con grandi vetrate: è il ristorante SOTTOMARINO. Qui si può pranzare o cenare in una grande salone, circondato da un unico acquario, avendo l’impressione di star cenando sott’acqua. Piatto tipico: chiaramente la paella.

Per fare una visita completa dell’Oceanografic sono necessarie circa due o tre ore, meglio se accompagnato da una guida che ti spiega un po' perché sicuramente è bello vedere tanti pesci di tanti colori, ma capire come vivono, cosa mangiano, come si riproducono è più bello e interessante. Per chi ha più fretta ecco le 10 cose da non perdere.

presto cliccando qui troverai: OCEANOGRAFIC: 10 COSE DA NON PERDERE

stadio mestalla di Valencia

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva

La partita Valencia Juventus del 19 settembre 2018

La partita di Champions League Valencia Juventus giocata a Valencia nello stadio del Mestalla alle ore 21:00 del giorno 19 settembre è terminata con la vittoria della Juventus 2-0.

Riassunto della partita: cartellino rosso per Ronaldo al minuto 29 e la Juve e rimasta in 10. Al 45º del primo tempo fallo in aera e goal di Pjanic su rigore- Al 51º minuto nuovo goal su rigore di Pianic, pareggio sui cartellini gialli: 3 per il Valencia e 3 per la Juventus.

 

I posti a sedere sono 55.000 e si vedeva da qualsiasi posto. Un'ora prima della partita c'era ancora gente che cercava i biglietti, poverini  altri  hanno pensato di approfittare del viaggio per fermarsi qualche giorno prima o dopo, e conoscere la città

Quacuno ha approfittato di una guida turistica italiana che li ha aiutati  a conoscere e visitare Valencia nel modo migliore.

Per gli altri alcune informazioni importanti:

Dall'aereoporto al Centro o al Mestalla e viceversa. di giorno c'è la metropolitana. Un biglietto costa in totale 4,90 euro. In occasione delle partite viene rafforzato il servizio della metro, aumentando il numero dei treni e la frequenza.

Arrivare in macchina al Mestalla e parcheggiare e praticamente una missione impossibile. Il modo migliore è o avere un alloggio abbastanza vicino che permetta di arrivare a piedi, o arrivare in metropolitana, visto che la fermata del Metro ARAGON è vicinissima allo stadio e il servizio viene rafforzato in occasione delle partite di calcio. Altra opzione a seconda del punto della città da cui si arriva è prendere un autobus della EMT, infatti arrivano allo Stadio numerose linee tra quelle che fermano in Avenida Aragón e quelle che fermano in Avenida Blasco Ibañez. Si consiglia chairamente di arrivare con sufficiente anticipo rispetto all'orario di inizio della partita.

Ma visto che la partita è di sera  alle 21.00 sicuramente la mattina dopo se non c'è l'aereo non avrai niente da fare, se vai via il giorno dopo puoi approfittare per conoscere la città. Le due mete principali sono il centro storico da una parte e  la Città delle Arti e delle Scienze con il parco Oceanografico dall'altra. Per realizzare queste visite senza giroavagare perso guardando la google map o una cartina, sicuramente può essere l'opportunità giusta per una  visita guidata. Se ti interessa puoi farla con la famiglia e con gli amici. Anche per questa attività ti consiglio di prenotare, perché se già normalmente ci sono molti turisti italiani a Valencia, con tutti i tifosi juventini i numero di italiani a Valencia si è moltiplclato in modo considerevole.

Qui sotto l'iiimagine dei posti a sedere direttamente dalla pagina del Valencia C.F

juventus valencia stadio mestalla da web valencia cf

 

      

 

Se volete conoscere Valencia potete contattarmi e v farò un tour su misura.

 

Per ricevere maggiori informazioni sulle visite guidate guarda le tariffe su Tariffe e prenotazioni

o riempi il modulo di richiesta informazioni in questa pagina o cliccando su  CONTATTO

Un saluto da Valencia e forza Juve

Alessandro

la tua Guida Italiana a Valencia

Cose da vedere a Valencia a piedi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

COSA E COSE DA VEDERE A VALENCIA A PIEDI?

Vuoi sapere cosa vedere a Valencia a piedi? Ti piace camminare e poter visitare i monumenti dall'esterno ma anche dall'interno? Se non sei la persona da bus turistico o tour panoramico, ma ti piace vedere le cose vicino, sentire i profumi, ascoltare i suoni e la musica della città, il modo migliore per scoprire Valencia è a piedi.

È una città totalmente pianeggiante. Ecco le zone che si possono visitate a piedi:

A)Il centro storico ha moltissime strade pedonali, B) i giardini del Turia  C) la Città delle Arti e delle Scienze che si gira solo camminando. Con una guida turistica ufficiale, molto meglio.

Certo per visitare una città a piedi sono necessarie delle premesse e delle scelte.

1) Più o meno tutti camminiamo, ma se si vogliono visitare molte cose è necessario camminare parecchio, quindi bisogna sapere misurare quanto possiamo camminare in un giorno e la distanze tra tutti i monumenti, giardini e attrazioni che vogliamo visitare a Valencia. Semba evidente, ma può tornare utile ricordarlo: no solo quanto cammina chi organizza ma tutte e ognuna delle persone coinvolte nel tour, con particolare attenzione ai bambini, persone anziane o con mobilità ridotta.

2) Mettere scarpe comode per camminare, ma anche abbigliamento adatto alla temperatura a seconda del periodo dell'anno. A Valencia soprattutto il caldo in diversi mesi dell'anno è da tener presente. Un cappellino o beretto può essere molto utile.

3) Anche se siamo in ambiente urbano e ci sono molti bar in giro, se vogliamo stare fuori tutto il giorno possiamo portare con noi una bottiglietta d'acqua.

4) Collegato al tema temperature e stagioni calde. Da maggio a settembre, ma soprattuto a luglio e agosto, se prevediamo di fare un tour a piedi di 4 ore, meglio iniziare alle 9:00 -9:30  che alle 10:30-11:00. O lasciare una parte della visita per il pomeriggio dopo le 17:00.

5) Sapendo che comunque sono dati indicativi, se organizzate il tour senza una guida, google maps vi può essere utile. Scegliete per esempio tra i monunenti e attrazioni indicati nella pagina 10 cose da vedere a Valencia segnateli su una cartina.

Poi mettetili in ordine e verificate i tragitti tra uno e l'altro sommando i tempi saprete quante cose potrete visitare a Valencia e in quanto tempo.

6) Se il punto 5 risulta complicato o non avete voglia di perdere tempo organizzando, il modo più semplice per fare una bella visita di Valencia a piedi è contattare e contrattare la vostra guida italiana a Valencia: Alessandro

 

CLICCA E CHIEDI

Vedere Valencia a piedi in 2 giorni

 

Contattami

Se vuoi una guida italiana per visitare Valencia, scrivimi qui.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Informativa:Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Per saperne di piu'

Approvo
© 2017 guidaitalianavalencia.com

Search